sito ufficiale del turismo del Comune di Formia

Villa di Mamurra

Pubblicato: 08/06/2015 - 15:59

Villa marittima del  I sec. a.C. a terrazze e a portici culminata da un edificio a pianta ottagonale che la tradizione indica "Tempio di Giano", costruita intorno al 50 a.C. appartenete a Lucio Mamurra, cavaliere romano nativo di Formia. Vi si possono ammirare il ninfeo denominato tempio di Giano, le terme, le terrazze sul mare, la cisterna delle 36 colonne e la cisterna maggiore con contiguo horreum, una scala coperta detta Grotta della Janara, il triclinio invernale, un castellum acquae,  la peschiera.

Il complesso, esteso 600 m in lunghezza e 150 in profondità, era distribuito su tre terrazze digradanti verso il mare.  I percorsi in gran parte erano rappresentati da portici con colonne strutturate in opus testaceum, in funzione del paesaggio e di frangivento, che conferivano imponenza all'insieme.

Nell’insenatura che separa il promontorio di Gianola e il Monte di Scauri vi è una struttura portuale chiamata erroneamente porticciolo romano. Il effetti la struttura è stata realizzata verso il 1930 dal marchese Carlo Afan de Rivera, proprietario di una villa posta dietro l´insenatura, per consentire l´ormeggio delle piccole imbarcazioni personali e di quelle da pesca che per consuetudine riparavano nel luogo: tra i frequentatori i reali d´Italia, appassionati di pesca, che vi si recavano dalla Villa Guja (odierno Albergo Miramare).

Indirizzo: 

Villa di Lucio Mamurra, 04023 LT