sito ufficiale del turismo del Comune di Formia

In treno

Pubblicato: 06/07/2015 - 14:58

Storia e descrizione del sito

La stazione di Formia venne inaugurata il 3 maggio 1892 (i servizi ufficiali iniziarono il giorno successivo) sulla linea Sparanise-Gaeta. Si trattava di una stazione a due binari con piccolo scalo merci. A luglio del 1922, infatti, venne aperto il primo tratto della direttissima fra Roma e Napoli, limitato appunto a Formia. La nuova linea entrava nella stazione di Formia con due binari (denominati 3 e 4), affiancati ai due già esistenti. Particolare era la doppia comunicazione incrociata fra i primi due binari, ubicata all'altezza del fabbricato viaggiatori. In attesa del prolungamento della direttissima, i treni provenienti da Roma, giunti a Formia, venivano instradati per Napoli seguendo la linea per Sparanise e poi continuando per Caserta. Ad ottobre del 1927 la direttissima venne aperta fino a Napoli. In tal modo fino a Minturno-Scauri, al binario della linea per Sparanise, si affiancarono i due binari della direttissima. Ma questo fatto durò per pochi anni anche perchè, nel frattempo, i servizi sulla Sparanise-Gaeta erano stati sdoppiati con servizi più frequenti sulla Formia-Gaeta e più rari sulla Formia-Sparanise. Nel maggio del 1932 il binario della vecchia linea per Sparanise fino a Minturno-Scauri venne dismesso, così che i treni per Sparanise furono instradati sui binari della direttissima. Durante la seconda guerra mondiale tutte le linee ferroviarie della zona vennnero distrutte dai Tedeschi. Anche la stazione di Formia subì lo stesso destino. Al termine della guerra cominciò l'opera di ricostruzione. A luglio del 1949 venne inaugurata la nuova stazione, a cinque binari passanti destinati al servizio viaggiatori. Il traffico sulla direttissima venne così riattivato. Nel maggio 1950 riprese anche il servizio per Sparanise, ma questa volta la linea seguì la direttissima fino al nuovo impianto di Cellole per poi deviare verso il vecchio tracciato. I servizi per Sparanise, limitati a 4 coppie giornaliere, vennero attestati sul quinto binario. I servizi per Gaeta ripresero, invece, il primo gennaio del 1954 con tredici coppie giornaliere che si attestavano sul binario tronco lato Gaeta. Nel marzo 1957 la linea per Sparanise venne chiusa e soppressa. Nel 1966 toccò alla linea per Gaeta subire la stessa sorte, sebbene fino al 1981 continuò a funzionare il servizio merci. Da allora il binario per Gaeta è stato utilizzato fino alla prima galleria come asta di manovra. Oggi la stazione è capolinea di diversi servizi per Roma, Napoli e Salerno. E' fermata di regionali, interregionali, intercity ed alcuni espressi. E' dotata di diversi servizi quali biglietteria sempre presenziata, deposito bagagli, ristorante, ecc.

 

Dati tecnici

Situazione del sito: la stazione è una delle più importanti sulla Napoli-Roma. E' anche fermata di diversi treni intercity, oltre ad essere capolinea di servizi locali per Roma e Napoli.

Centri abitati serviti: Formia

Distanza da Roma: 149,567 km

Distanza da Napoli (Via Aversa): 70,151 km

Distanza da Sparanise (Via SS. Cosma e Damiano): 51 km

Distanza da Sparanise (Via Cellole): 47 km

Distanza da Gaeta: 8 km

Parcheggio auto: piazzale in loco

 

Trasporti pubblici per i centri abitati: servizi urbani per Formia e frazioni, servizi extraurbani per Gaeta, Sperlonga, Fondi, Terracina.

 

Fonte: http://www.lestradeferrate.it/

Pianifica l'itinerario su www.trenitalia.com